Tecnico > Archivio News martedì 13 novembre 2018

Marcatura CE sulle apparecchiature radio

Cosa dice la Direttiva RED

La Direttiva RED indica le regole da seguire circa la marcatura CE su tutte le apparecchiature di radio trasmissione e sulle attrezzature che hanno sistemi di trasmissione radio al loro interno.


La direttiva 2014/53/UE (cosiddetta Direttiva RED) stabilisce l’obbligo della marcatura CE su tutte le apparecchiature di radio trasmissione e sulle attrezzature elettriche, elettroniche ed elettromeccaniche che hanno sistemi di trasmissione radio al loro interno.

La marcatura CE è una procedura obbligatoria per tutti i prodotti disciplinati dalla direttiva comunitaria, deve essere eseguita dal fabbricante, se residente sul territorio UE o da un suo mandatario, purché Europeo, il quale dichiara per mezzo della dichiarazione di conformità, che il suo prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza e salute, previsti dalle direttive pertinenti.

Lo scopo principale della direttiva è la limitazione delle onde elettromagnetiche, in quanto possono essere fonte di disturbo.

Quando le apparecchiature utilizzano le onde elettromagnetiche per il loro funzionamento, devono rispettare la direttiva 2014/53/UE “Dispositivi radio”. La definizione ufficiale di «apparecchiatura radio» è: un prodotto elettrico o elettronico che emette e/o riceve intenzionalmente onde radio a fini di radiocomunicazione e/o radio determinazione o un prodotto elettrico o elettronico che deve essere completato con un accessorio, come un’antenna, per poter emettere e/o ricevere intenzionalmente onde radio a fini di radiocomunicazione e/o radio determinazione.

Certamente il prodotto più diffuso tra i dispositivi di radio trasmissione è il telefono cellulare, ma ce ne sono molti altri che utilizziamo ogni giorno, come ad esempio tutti i sistemi Bluetooth e wireless.

Gli apparecchi di radio trasmissione devono rispettare per gli aspetti di sicurezza sia la direttiva 2014/35/UE Bassa tensione, sia la direttiva 2015/30/UE Compatibilità elettromagnetica e, in alcuni casi, anche della direttiva 2006/42/CE Direttiva Macchine e devono avere dei certificati che ne dimostrano il rispetto dei range di funzionamento, a meno che il loro raggio di azione non sia molto limitato.

I certificati di prova o altri documenti rilasciati da Organismo Notificato, NON sostituiscono comunque la marcatura CE, ma la integrano.

Ogni dispositivo radio deve essere completamente definito dal punto di vista della sicurezza, da un fascicolo tecnico che è composto da:
• analisi dei rischi
• copia del manuale di installazione, uso e manutenzione
• copia della dichiarazione di conformità
• copia dell’etichetta CE
progetti, disegni, relazioni di calcolo, schemi, foto e quant’altro possa illustrare in modo completo la macchina ed i suoi componenti
distinta base componenti
• elenco dei fornitori
• procedure di controllo della produzione

Ulteriori informazioni possono essere richieste al Servizio Tecnico dell’Associazione al numero 011 4513.262.






  
contatta la redazione

Dai servizi

16/07/2019  -  Tecnico

Conflict Minerals

10/07/2019  -  Area Innovazione

Nuovo bando regionale PI.TE.F.

10/07/2019  -  Relazioni Internazionali

Le imprese di API a MECSPE 2020

09/07/2019  -  Tecnico

Regno Unito e Brexit

09/07/2019  -  ApiTorino.it

Gourmet Food Festival

02/07/2019  -  Relazioni Internazionali

Unione europea e Mercosur

26/06/2019  -  Credito e Finanza

Graduatorie Bando ISI INAIL 2018

x

Contatta la Redazione


Ragione sociale*
Partita IVA
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Località
Email*
Telefono*
Cellulare*
Messaggio: *