Previdenziale > Archivio News martedì 7 maggio 2019

Elezioni 26 maggio 2019

Trattamento dei lavoratori addetti ai seggi

Le istruzioni e gli adempimenti per le operazioni elettorali.


Come decretato dal Consiglio dell’Unione Europea il voto per le elezioni europee si terrà tra il 23 e il 26 maggio 2019. Ogni Paese dell’Unione Europea ha scelto in maniera autonoma la data.

In Italia le urne si apriranno nella giornata di domenica 26 maggio 2019, dalle ore 7 alle ore 23. Nella stessa giornata si svolgeranno anche le elezioni per il Consiglio Regionale del Piemonte.

Il trattamento normativo riconosciuto ai lavoratori sarà il seguente:
- per i lavoratori impegnati ai seggi con funzioni di presidente, segretario, scrutatore, ecc., il diritto ad assentarsi dal lavoro per tutto il periodo corrispondente alla durata delle relative operazioni;
- il diritto del dipendente, nel caso in cui abbia trascorso giornate non lavorative e/o festive impegnato nelle operazioni di seggio, a un periodo di riposo compensativo retribuito dall’azienda o, in alternativa, a scelta del lavoratore, il pagamento di quote retributive relative a dette giornate trascorse al seggio, in aggiunta alla normale retribuzione per l’attività svolta in azienda.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA
Il diritto ad assentarsi dal posto di lavoro è subordinato alla presentazione:
- della designazione del Presidente della Corte d’Appello per i Presidenti di seggio;
- della notificazione del Sindaco per gli scrutatori;
- della dichiarazione del Presidente del seggio per i Segretari;
- dell’attestazione dell’incarico ricevuto dal partito o gruppo politico per i rappresentanti di lista.

Pertanto all’azienda dovrà essere consegnata l’attestazione del Presidente del seggio (per coloro che assolvono l’incarico di Presidente, la certificazione potrà essere vistata dal Vice Presidente), munita di bollo della sezione di seggio, contenente data, ora, giorno d’inizio e cessazione delle funzioni elettorali.

TRATTAMENTO FISCALE
Gli emolumenti dei componenti gli uffici elettorali, erogati direttamente dall’Ente Pubblico, costituiscono un rimborso spese fisso forfettario non assoggettabile a ritenute o imposte, e non concorrono alla formazione della base imponibile ai fini fiscali.










  
contatta la redazione

Dai servizi

12/11/2019  -  Fiscale e Tributario

Crediti in compensazione

12/11/2019  -  Legale

Legge di Bilancio 2020

12/11/2019  -  Relazioni Internazionali

A&T Automation & Testing

05/11/2019  -  Fiscale e Tributario

Riqualificazione energetica

05/11/2019  -  Legale

Mercato Elettronico della PA

05/11/2019  -  Tecnico

Sicurezza lavoro

10/09/2019  -  Fiscale e Tributario

Investimenti pubblicitari 2019

x

Contatta la Redazione


Ragione sociale*
Partita IVA
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Località
Email*
Telefono*
Cellulare*
Messaggio: *