Previdenziale > Archivio News martedì 18 febbraio 2020

INPS

Dichiarazione di corresponsione Fringe Benefit ai fini del rilascio della CU

L’INPS ha diffuso una comunicazione nella quale si fa il punto sugli adempimenti relativi ai compensi per fringe benefit e stock option.


Entro e non oltre il 20 febbraio 2020, le aziende che hanno erogato compensi per fringe benefit e stock option nel 2019 a personale cessato dal servizio in corso d’anno dovranno inviarne telematicamente all’INPS i dati relativi. Lo ricorda l’Inps, col messaggio n. 471 del 07 febbraio 2020.
Nel messaggio l’Istituto richiama in premessa il cosiddetto “principio di onnicomprensività” contenuto nell’articolo 51, comma 1, del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR), che stabilisce che “il reddito di lavoro dipendente è costituito da tutte le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti nel periodo d’imposta, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione al rapporto di lavoro”. L’ampia locuzione legislativa – ricorda l’INPS – ricomprende, oltre alla retribuzione corrisposta in danaro, anche quei vantaggi accessori, quali i fringe benefit e le stock option, che i lavoratori subordinati possono conseguire come integrazione della retribuzione.

L’INPS ricorda altresì che l’articolo 23, comma 3, del D.P.R. n. 600/1973 prevede che, entro il febbraio dell’anno successivo a quello d’imposta, i sostituti, sono tenuti ad effettuare il conguaglio fiscale di fine anno e a trasmettere telematicamente all’amministrazione finanziaria i flussi delle certificazioni uniche ai fini della dichiarazione precompilata dei redditi dei contribuenti.

L’INPS tiene a precisare che l’adempimento in oggetto serve per consentire all’Istituto di effettuare tempestivamente gli adempimenti ai quali è obbligato in quanto esso stesso è sostituto d’imposta.

Nel ricordare che i flussi che perverranno tardivamente rispetto alle tempistiche sopra descritte non potranno essere oggetto di conguaglio fiscale di fine anno, l’INPS ricorda che saranno tuttavia oggetto di rettifiche delle CU, nelle quali sarà espressamente indicato al contribuente, nelle annotazioni, l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Nel messaggio viene indicato il percorso di accesso per l’invio dei flussi richiesti, che è esclusivamente telematico: www.inps.it\Servizi on line\Aziende, consulenti e professionisti\Servizi per le aziende e consulenti\Comunicazioni Benefit Aziendali. Selezionando l’applicativo si renderanno disponibili le seguenti opzioni:

• acquisizione di una singola comunicazione;
• gestione di una singola comunicazione acquisita in precedenza;
• invio di un file predisposto in base a criteri predefiniti;
• ricezione tramite download di software per predisporre e controllare il formato dei dati contenuti nei file che le aziende intendono inviare;
• visualizzazione del manuale di istruzioni.


Per ulteriori chiarimenti si prega di contattare il Servizio Previdenziale di API Torino al numero 011 4513.248











  
contatta la redazione

Dai servizi

07/04/2020  -  Previdenziale

Covid-19, aggiornamento INPS

07/04/2020  -  Previdenziale

INPS

07/04/2020  -  Relazioni Internazionali

MECSPE 2020

06/04/2020  -  Previdenziale

Covid-19, novità dall’Agenzia delle Entrate

06/04/2020  -  Relazioni Internazionali

Covid-19, dichiarazioni di sussistenza di cause di forza maggiore

02/04/2020  -  Sindacale

Ammortizzatori sociali in deroga

02/04/2020  -  Credito e Finanza

Covid-19, slitta il bando Isi Inail 2019

02/04/2020  -  Previdenziale

Covid-19, chiarimenti INPS

01/04/2020  -  Tecnico

Covid-19, deroghe pagamenti

x

Contatta la Redazione


Ragione sociale*
Partita IVA
Nome*
Cognome*
Indirizzo
Località
Email*
Telefono*
Cellulare*
Messaggio: *